MANIFESTO DI GRATUITE DENIGRAZIONI

Eppur si permette

Arroganza pura, integralista e minacciosa. Non sapendo dare ragioni vere sull'operato, strumentalizza come al solito le sue bravate a fini propagandistici. Con i suoi metodi soliti, oggi degenerati e involgariti, vorrebbe far passare per angeli i diavoli e gli onesti per disonesti. Ma il colpo non gli riuscirà perché come di solito succede, chi di spada ferisce di spada perisce.

Il Movimento CIVICO cittadino in qualche caso ha pure supplito alla scarsità di trasparenza politica, attraverso utili interventi nati da un sincero sentimento politico-sociale. L'unica reazione che purtroppo è ancora riuscito a provocare in una amministrazione alla deriva è solo un assurdo manifesto che sbandiera parole stolte, volgari e piene di sé, in palese conflitto con la realtà.

Il MANIFESTO ISTITUZIONALE pieno di querule offuscanti l'immagine delle Istituzioni che dovrebbero onorare, lungi dall'essere idoneo a ridimensionare la contestazione verso la cattiva gestione, l'ha viceversa resa più indicativa, tributando maggior chiarezza al senso stesso della protesta. Non solo ha cianciato in nome di un'intera amministrazione comunale, comprendendovi abusivamente pure gli ipotetici discordi o estranei all'esecutivo ma, addirittura, ha illegalmente utilizzato Personalità e Ufficialità dell'Ente, con discredito dei cittadini tutti. Il movente per un tale abuso sta forse nella speranza di intimidire e bloccare sul nascere le giuste rimostranze; ma non siamo più ai tempi delle caverne e i cittadini sanno tutti leggere e scrivere e in ogni famiglia ci sono tanti diplomati e laureati.

Non è il caso analizzare le scempiaggini contenute, perché non ce n'è alcun bisogno, anche perché ci sarà tempo per farlo. Credo e mi auguro che la civile associazione, che lui si permette di chiamare SETTA, prenda l'iniziativa per tutelare la sua immagine nelle sedi opportune. Al momento ritengo urgente e doveroso soltanto porre l'accento sulla sguaiatezza e sull'illegittimo tenore complessivo del manifesto, che invito a leggere per capire dove siamo arrivati. Poi parleremo dei singoli punti ma anche di altri argomenti sottesi e connessi. Lui ci prova a mettere paura e a discreditare chi osa porsi in contrasto con la sua intoccabile (?) sfrontatezza e insolenza ma non è detto che ci riesca.

15 gennaio 2015

Maria Cirillo

Contatore siti

SU

Ultime notizie

Manifesto denigratorio

Assurda seduta consiliare

Il Caporale Nathan Cirillo ha dato la vita per il Canada

Fabrizia pretende la bonifica da scorie e veleni

Le Province scomparse tornano con "Larghe intese" e strani "Accurduni"

Alessandro Greco, un ragazzo che muore per lavoro

Il P.D. locale invita Mario Oliverio

Ndrangheta di Fabrizia in Svizzera

Mario Oliverio e primarie PD: primo incontro a Pizzo Calabro

Sei di Fabrizia se...Per le vie del Borgo

Lista per la festa del Carmine

Nardodipace e Mongiana: candidabilità

Dispotica lettera ai firmatari della petizione

Patrimonio Fabrizia vendesi

Petizione "acqua". Scarsa disponibilità dell'Amministrazione

Cittadinanza e Costituzione Istituto Comprensivo

Eletti al Parlamento europeo Circoscrizione Sud

Elezioni europee 2014: voti ai candidati

Elezioni europee 2014: voti di lista

Acqua ai veleni, no Alaco

Mongiana vota a maggio 2014

Vittime civili fabriziesi alla resistenza

Sindaco che non tollera opinioni

Assemblea Provinciale PD

Incontro informativo Acqua per vivere

L'Ufficio G.d P. di Serra San Bruno è salvo

Tasse locali: Fabrizia soffre una Tares da suicidio dell'economia

Associazione Crescere Insieme Fabrizia: articolo sul mancato pagamento corsisti

La politica del mini-compromesso

Primarie del Partito Democratico 2013

Massimo D'Alema a Vibo Valentia

Assemblea Provinciale del P.D.

A Mongiana studiosi ed esperti

Ferie d'estate, Fabrizia mia non t'ho mai dimenticata

Protesta per il lavoro, ordine pubblico in pericolo

Auguri alla maestra Gina Mannella che va in pensione

Francesco Daniele, ucciso per una manciata di euro

Graduatoria corso di formazione braccianti agricoli: Legalità violata

Le matriosche del Sindaco di Fabrizia

Fabrizia all'udienza generale di Papa Francesco

Assemblea provinciale dei precari LSU-LPU

Fabrizia: per una nuova Chiesa più vicina

Diagnostica pubblica calabrese, quanto ci costi!

Il sostegno a Papa Francesco, da Fabrizia con le Suore Francescane

Precarietà e disoccupazione: mostri della politica regionale

Strade sonquassate e con l'acqua sporca fino alla gola

Il giovane Demasi Giuseppe, vittima della Thyssenkrupp, nel cuore dei fabriziesi

Una marcia difficile: la volontà popolare chiede l'addio al porcellum e un sano ritorno alla buona politica

L'Onorevole Censore verso il Parlamento, le serre sperano

Meno Alaco e più acqua sicura

Gestione associata funzioni Fabrizia-Mongiana-Nardodipace

Arance sorridenti ed esseri umani non disumanizzati

I.C.Srrra S.Bruno: Progetto studenti per il rispetto dell'ambiente

Prosegue l'iter per la formazione del P.S.C. fabriziese

Politica e Democrazia - Percorso Fabriziese

Dissesto stradale: al via i rimedi?

C.C. - Giudice di Pace Serra San Bruno e Piano di Protezione Civile

EVENTI DI CRONACA POLITICA

 

HOME PAGE

 

Torna a "Archivio Notizie"

 

www.vivifabrizia.it