PRODOTTI DI SOLIDARIETA PER L'EQUITA' DISTRIBUTIVA

Arance sorridenti ed esseri umani non disumanizzati

La natura è veramente generosa e con il ben di Dio che ci dona potremmo vivere tutti meglio. Avverrà pacificamente il ritorno ad una sana vita in cui il lavoro faccia parte della normale attività umana? Perché ciò avvenga è necessario che il lavoro dell'uomo sia finalizzato al soddisfacimento delle sue necessità di nutrimento e benessere e non come oggi avviene artificiosa industria, espressione di schiavitù assoggettata al capitale ed alla finanza. Ancora siamo in tempo perché si ritorni ad agire con onestà intellettuale, scongiurando l'incombente pericolo di una rivolta del popolo, stanco e dissanguato dagli speculatori senz'anima .

In questo mostruoso background di finanza perfida e di economia accumulativa, è normale che le conseguenze possono essere gravi. Abbiamo assistito alla rivolta di Rosarno, ma la situazione non è molto migliorata. I migranti continuano a soffrire ed il problema si sta evidenziando anche in altre zone a vocazione agricola,. Ma è solo la punta dell'iceberg perché le condizioni di povertà stanno dilagando il molti strati sociali, prima benestanti e con una casa, oggi, invece senza casa ed alla ricerca di cibo a buon mercato o, addirittura, nelle mense della Caritas. Per quanto tempo può durare tutto questo? E, così stando le cose, che ci stanno a fare i governi che dovrebbero rappresentare tutti e non solo i soggetti dominanti? Se non vogliamo le rivoluzioni, l'equità sociale è il primo obiettivo da raggiungere. La solidarietà è un'arma, ma perché sia efficace deve essere arma dei popoli nel loro complesso, così come rappresentati e non solo di un libero e mal tutelato, gratuito ed insufficiente volontariato. Mangiamo solidale, ma ricordiamoci che non dobbiamo rinunciare alle tutele ed a pretendere giustizia, correttezza e rettitudine da parte dei nostri rappresentanti.

Anche quest'anno ritornano gli agrumi solidali con la campagna ARANCE SORRIDENTI Spremi gli agrumi, non i braccianti a Cosenza.

Maria Cirillo

22 dicembre 2012

Contatore siti

SU

EVENTI TERRITORIALI

 

HOME PAGE

 

Torna a "Archivio Notizie"

 

www.vivifabrizia.it