Vincenzo Franzè

Illustre Avvocato

La figura dell'insigne Avvocato Vincenzo Franzè, è senz'altro da collocare tra i personaggi che hanno contribuito a tenere alto il nome di Fabrizia, sia operando nel suo paese che nella città di Vibo Valentia, l'allora Monteleone. Ad onor del vero, e per fortuna, c'è stato chi, prima d'ora, ha avvertito l'esigenza culturale di dedicargli un libro di memorie. Infatti, gran parte delle notizie sull'illustre personaggio fabriziese, ci vengono offerte dall'autore Carlo Maiolo che ha fatto risaltare i tratti salienti della vita dell'illustre personaggio, nell'interessante libro “Ecco la tonaca” a lui dedicato. Ad arricchire i contenuti di questo libro hanno contribuito importanti professionisti del circondario Vibonese che lo conobbero e ne potettero offrire diretta testimonianza. Fabrizia è il suo paese d'origine e “ di non dimenticata prima appartenenza, in cui si svolsero, oltre agli anni della formazione, i primi anni del suo impegno, anche come uomo politico, essendone stato Sindaco ”.

Vincenzo Franzè nacque a Fabrizia il 28 luglio 1894, e fu insigne avvocato del foro di Vibo Valentia. Godette di così grande prestigio, da essere subito notato ed adulato, ed ebbe molti seguaci e discepoli nel campo del diritto. Fu un eccellente oratore, considerato detentore di una “poderosa cultura” e di una penetrante dottrina giuridica, insieme ad una grande cultura umanistica e storico-filosofica, che egli coltivò per soddisfare il suo “grande, inesauribile desiderio di conoscenza”. Nel suo ruolo di Sindaco riuscì ad “ attirare la curiosità e l'attenzione, anche, di un'eccellenza come Antonino Anile, Ministro della Pubblica Istruzione: il quale, durante un viaggio in Calabria, facendo tappa nella cittadina di Fabrizia, promise alla popolazione del luogo di contribuire, fattivamente, all'istituzione di un Asilo Infantile ”. In qualità di avvocato conquistò riconoscimenti ed apprezzamenti da parte di personalità di alto rilievo. Enrico De Nicola espresse nei suoi confronti “sentimenti di grande ammirazione”. Molti anni più tardi Francesco Carnelutti espresse “tutta la sua attonita meraviglia per la qualità sopraffina delle arringhe pronunciate dal Franzè”. Nel 1968 fu insignito della medaglia d'oro per i 50 anni della sua attività professionale.

La famiglia del valente avvocato, annoverò in sé un altro luminare, questa volta della medicina: il fratello Stefano Franzè, “ esperto uomo di scienza ”, che segnò in positivo la vita fabriziese non disdegnando, neppure in tarda età, di prestarsi a tutte le ore, per dare sollievo e valide cure. Il terzo fratello, nato nel 1897, iniziò con Vincenzo la carriera di avvocato per poi indirizzarsi a quella di notaio, proseguendo nella tradizione del loro padre, Notaio Regio Bruno Franzè. L'Avvocato Vincenzo Franzè, si sposò a Vibo Valentia con Carlotta Elvira Pappalo, con la quale visse “ per quasi cinquant'anni, un amore intenso ”. Nel suo testamento spirituale si legge l'importanza che egli dava ai sentimenti “… L'affetto non diminuisce con gli anni, e con l'abitudine:cresce invece ogni giorno di più, quando non siamo noi ad ucciderlo ”. Ebbe sette figli: Edda, Bruno ( così battezzato per onorare la memoria del padre notaio ), Antonietta, Rossellina, Memè, Stevi e Josella.

Vincenzo Franzè morì a Vibo Valentia, secondo paese elettivo in cui visse buona parte degli anni della sua terza età, il 9 maggio 1975, amato per le qualità umane oltre che stimato e rispettato per le straordinarie doti professionali.

Note:

Il volume citato, “Ecco la toga”, risulta un documento interessante per aver ricostruito una verificabile e documentata biografia dell'Avvocato Vincenzo Franzè, ma anche per le pertinenti notizie storiche dell'epoca, con particolare riferimento allo scenario dell'antica Monteleone, che divenne poi l'attuale Vibo Valentia. Il libro contiene, inoltre, una cospicua raccolta di appassionate testimonianze ed elogi, nonché un'interessante carrellata di fotografie della famiglia.

A Carlo Maiolo, autore del libro, edito da QUALECULTURA, va il sincero ringraziamento per l'avvincente lavoro, svolto con la passione di chi ha creduto nella figura dell'insigne Avvocato fabriziese.

Maria Cirillo©

 Contatore siti

Maria Cirillo ©

Arte e Cultura: Personaggi fabriziesi

Vincenzo Franzè

 

HOME-PAGE

Vai a "Personaggi fabriziesi"

Vai a "Cultura fabriziese"

 

 

www.vivifabrizia.it