Comune di Fabrizia: Assemblea pubblica 1° semestre

Resoconto dell'Amministrazione comunale dei primi sei mesi di attività, dopo le elezioni del novembre 2011

L'Assemblea è stata indetta con manifesto pubblico affisso presso le bacheche del paese, recante l'invito ai cittadini a partecipare all'eventuale dibattito.

Nessuna defaillance comunicativa può essere addebitata al sindaco di Fabrizia Antonio Minniti, anzi, diversamente e contrariamente, questa rappresenta uno dei principali punti di forza dell'attuale amministrazione cittadina che rappresenta. L'informazione politico-istituzionale è considerata un'apprezzabile e legittima attività di chi ha la delega politica di amministrare la cosa pubblica. Naturalmente non deve trattarsi di banali metodi demagogici ed esibizioniste, come spesso avviene in politica. Le persone si aspettano concretezza, oltre che coerenza con le impostazioni elettorali, frutto di esternazione diretta delle esigenze dei cittadini, comprese quelle raccolte porta a porta, che misurano la reale portata dei problemi della gente. La manifestazione pubblica di stasera è, quindi, apprezzabile senz'altro, ma, andando sul concreto, è risultata un'elencazione dell'intrapresa di atti dovuti, nella normalità, concetto con il quale il sindaco esplicitamente tipizza l'attività amministrativa dell'attuale compagine. Le problematiche di grande interesse, lavoro e case degli alluvionati sono state appena accennate. Un impegno di 20.000 euro, residuo di un contributo statale destinato ad interventi socio-assistenziali, è stato approvato allo scopo di procedere allo scorrimento dell'apposita graduatoria, già predisposta durante la gestione dalla Commissione Straordinaria. Occorre precisare che l'attuazione di seri e sostanziosi interventi, nell'attuale situazione di contingenza generale, risulta possibile solo allorchè gli amministratori locali tutti ce la facciano a spogliarsi di quel soggettivismo e settarismo che caratterizza l'attuale classe politica del territorio delle serre, aggiogata da un localismo che, finora, non ha sortito alcun risultato apprezzabile. Sulla spinosa problematica delle case degli alluvionati, nonostante le travagliate interpretazioni ufficializzate dalla Commissione straordinaria, la strada appare ancora in salita, permanendo serie incertezze su singole fattispecie, che probabilmente dilateranno ancora i tempi attuativi. Coraggio di agire e legalità, devono andare di pari passo - se non si vuole perseguire la facile strada del populismo retrogrado - sorpassando i vecchi e certamente dannosi metodi di vaghezza ed ambiguità politica, a beneficio di una giustizia effettiva, coerentemente con la conquistata maturità e consapevolezza del cittadino.

Contatore siti

 

Webmaster M.Cirillo

Su

Altro sulle News Fabrizia:

Fabrizia: Aumenta l'addizionale comunale IRPEF

A Fabrizia il cinipide del castagno

Consiglio comunale del 7 maggio '12

Consiglio comunale d'insediamento 2011

 

NEWS FABRIZIA: Cultura e società

 

HOME PAGE

 

Torna a "Archivio Notizie"

Torna a "Pagina cultura fabriziese"

 

www.vivifabrizia.it